I fratelli dei bambini disabili: caratteristiche e problemi

Dott.ssa Maria Letizia Rotolo, psicologa psicoterapeuta.

I fratelli dei bambini disabili: caratteristiche e problemi

I fratelli dei bambini disabili costituiscono un gruppo unico d’individui.

Le relazioni fraterne

La relazione tra fratelli è molto importante. È spesso la relazione più lunga che si avrà nella vita e di conseguenza avrà un effetto significativo sul nostro sviluppo.

Una relazione fraterna permette ai bambini di:

  1. Imparare a esprimere apertamente una varietà d’emozioni. Incluso l’amore, la lealtà, la rabbia e la rivalità.
  2. Aumentare il senso d’amicizia e il supporto e imparare a dare e ricevere.
  3. Insegnarsi reciprocamente altre competenze sociali e una confidenza che può essere esportata nel mondo allargato.
  4. Influenzare lo sviluppo della reciproca identità.

Quando un fratello ha una disabilità o una malattia cronica, la relazione può subire un cambiamento enorme.

Problematiche dei fratelli

La maggior parte dei fratelli di una persona con disabilità sarà in grado di dire che ci sono aspetti buoni e aspetti non molto buoni della loro esperienza.

Quelli che hanno un’esperienza più difficile spesso credono che i loro sentimenti non interessino al resto della famiglia. Possono esitare a parlare con i genitori dei loro problemi e delle loro emozioni, dal momento che si rendono conto che i genitori stessi hanno già abbastanza a cui pensare.

Possono sentirsi incapaci di parlare ad altri che non sono nella medesima situazione, perché sentono che non capirebbero. Spesso vengono presi in giro o derisi a causa del loro fratello e sorella, e possono crescere sentendosi isolati e “differenti”.

Sentimenti così forti, lasciati inespressi nell’infanzia, per esempio, possono essere riflessi in comportamenti problematici. Un bambino potrebbe ritirarsi in se stesso, oppure manifestare comportamenti aggressivi, oppure sviluppare problemi del sonno e dolori allo stomaco. Un bambino potrebbe sentire di dovere essere il “bravo bambino”, di dovere essere “sempre d’aiuto” e imparare a mettere sempre prima i bisogni degli altri.

Molti ricercatori hanno esplorato la gamma di effetti che il fatto di avere un fratello con disabilità può avere sui fratelli sani.

Alcune delle problematiche specifiche identificate dai ricercatori, come anche dagli stessi genitori e fratelli, includono:
  • Sentimenti d’isolamento
  • Sentirsi diverso dagli altri
  • Preoccuparsi di quello che possono provare gli amici nei riguardi del loro fratello/sorella disabile.
  • Difficoltà nello spiegare la disabilità del fratello/sorella agli altri.
  • Preoccupazioni su come gli altri trattano il proprio fratello/sorella disabile.
  • Mancanza d’informazione che porta a idee sbagliate sulla disabilità.
  • Difficoltà nell’instaurare una relazione con il fratello/sorella disabile.
  • Sentirsi trascurato, ignorato
  • Rabbia e risentimento riguardo l’attenzione data al fratello/sorella disabile.
  • Allontanamento dalle attività familiari
  • Pressione a essere perfetto, cercare di avere attenzione o di compensare i limiti del fratello/sorella disabile.
  • Imbarazzo riguardo all’esteriorità o al comportamento del fratello disabile.
  • Paura di sviluppare a propria volta una disabilità.
  • Paura dei comportamenti aggressivi del proprio fratello o sorella disabile.
  • Confusione nel superare nello sviluppo il proprio fratello/sorella disabile (confusione dei ruoli).
  • Senso di colpa per il fatto di essere sano, oppure senso di colpa per i sentimenti negativi che possono provare.
  • Dolore per la perdita di un fratello/sorella “normale”, dolore per la disabilità del fratello/sorella e per le cose che non può fare, e dolore per quello che devono gestire i genitori.
  • Aumentato livello di accudimento e di responsabilità che possono portare a perdere occasioni di partecipare alle attività tipiche dei coetanei.

La mancanza d’indipendenza può essere una preoccupazione per i fratelli di bambini disabili se sentono che la famiglia ha bisogno di loro;  possono avere difficoltà nello sviluppo della propria identità separata dal bambino disabile.

Il futuro può fornire una varietà d’incertezze:

Quanto bisogna dare a un fratello/sorella disabile?
Troveranno un partner che accetterà il fratello/sorella disabile?
E per quanto riguarda il fatto di avere dei figli propri?

Tante domande e tante storie diverse.

Condividi se ti piace!