Non vivo più senza te. Come riconoscere e sconfiggere la dipendenza affettiva.

L’amore è la chiave che fa girare il mondo, in nome suo si scrivono canzoni, poesie meravigliose e storie  mozzafiato.

A volte il bisogno d’amore diventa la ragione di vita e lentamente si trasforma in una ossessione, un pensiero che domina la mente, che ci lascia senza scelta e ci obbliga su una strada di dolore e sofferenza.

Parliamo in questo caso di DIPENDENZA AFFETTIVA

È normale che in una relazione ci sia una sorta di dipendenza reciproca. Chi di noi non ha provato, soprattutto all’inizio di una storia,  il desiderio di vivere in simbiosi, la voglia di condividere ogni attimo, il dolore del salutarsi la sera quando ognuno torna a casa propria?

Ecco di per sé questo non è un problema, anzi! La difficoltà nasce quando questo desiderio non evolve con lo stabilizzarsi della storia ma al contrario diventa sempre più forte togliendo ossigeno alle persone coinvolte soffocandone ogni aspetto di autonomia.

Il legame diventa un vincolo

Il legame diventa un vincolo che nega i bisogni individuali e ci si trova incatenati all’altro; la relazione  diviene l’unica cosa che dà senso all’esistenza, e al partner viene dato il ruolo centrale nella propria vita.

La relazione si trasforma quindi in un circolo vizioso caratterizzato da assenza di reciprocità affettiva, da liti furibonde e riavvicinamenti dolorosi, diventa qualcosa di logorante e crea malessere psicologico e fisico.

Il circolo vizioso

Il primo passo per uscire da questo circolo vizioso, salvare la propria relazione (o le relazioni che verranno) e se stessi è RICONOSCERE queste dinamiche e le difficoltà personali che le sostengono, perché come sostiene Jung  “finché non prenderai coscienza, l’inconscio governerà la tua vita e tu lo chiamerai destino”.

Solo attraverso la conoscenza di noi stessi potremo rompere le catene di quello che chiamiamo destino o karma ed essere liberi di scegliere ciò che ci fa stare bene.

Dott.ssa Roberta Ricci

Per informazioni: 3393864265

Prenotazione NON obbligatoria

 

Organizzatore

Ricci Roberta Psicologa Psicoterapeuta