Dubbio, Incertezza, Delega. Cento ne pensi, zero ne fai!

Avete la sensazione costante che uno sciame brulicante di pensieri invada il vostro cervello.

Il tentativo di rispondere a domande che sollevano altre domande assorbe la maggior parte del vostro tempo.

Vi astenete dal prendere una decisione per le troppe variabili da considerare.

Nell’impossibilità di decidere, delegate ad altri le vostre decisioni e ne subite le scelte.

Gli obiettivi rimangono sogni ad occhi aperti per l’impossibilità di pianificare un azione efficace .

Se vi rispecchiate in una di queste descrizioni, e se ciò vi accade in diversi ambiti, lavorativo, relazionale, amoroso, è probabile che il problema non risieda tanto nella difficoltà di una situazione particolarmente intricata che state attraversando, quanto piuttosto nel modo “intricato” di usare il ragionamento, che come un tiranno sovrasta le percezioni dei sensi, le emozioni, l’istinto o, in maniera diametralmente opposta, ne viene sovrastato, naufrago dei dubbi e delle incertezze.

Questo modo disfunzionale di utilizzare la ragione che complica invece di risolvere i problemi è in crescita esponenziale nella società odierna, favorito dalla moltitudine di informazioni disponibili. Il panorama infinito di possibilità di scelta e opzioni riguardo al futuro rende difficile per la persona anche solo stabilire gli obiettivi ancora prima delle strategie d’azione volte a raggiungerli.

Saranno illustrati i meccanismi di “perversione” della ragione, ovvero le situazioni in cui la razionalità diventa nostra nemica e invece di aiutarci a risolvere i problemi, li complica, compromette la capacità di reagire, ci obbliga a scelte subite.

Per questo incontro è gradita la prenotazione
Per informazioni e prenotazioni: www.liciavicinelli.com, 3928532552